English Italiano Francais Deutsch Espanol  
Accesso alla Banca dati
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
 
 
News
05 novembre 2016
La Cripta sotto il Santuario: visite guidate alla scoperta della sua storia
Continuano le aperture della Cripta del Santuario di Santa Maria del Monte, uno dei monumenti più ricchi, articolati ed eloquenti della Varese antica, ove le indagini archeologiche hanno rivelato una straordinaria stratificazione, che dai tempi dell'Impero romano giunge al maturo Medioevo.
Le visite guidate consentiranno al visitatore di ripercorrere le varie fasi di costruzione dell’intera chiesa: dall’edificazione del primo edificio per piccole assemblee di preghiere alla creazione di un primo e vero proprio luogo di culto; segue poi la sistemazione medievale e infine la costruzione dell’attuale basilica. Durante la visita si scopriranno anche i nuovi ritrovamenti portati alla luce durante il recente ed impegnativo lavoro di restauro. 

La cripta e gli ambienti annessi sono aperti al pubblico nei giorni di sabato domenica e festivi seguendo le seguenti modalità di accesso:
- dalle 9.30 alle 10.00 e dalle 17.30 alle 18.00 con ingresso libero e gratuito per la sola contemplazione silenziosa e la meditazione (non è possibile la prenotazione) 
- dalle 10.00 alle 17.30 con visita guidata su prenotazione, prevista ogni 30 minuti (orari mattina: 10.00, 10.30, 11.00, 11.30, 12.00, 12.30; orari pomeriggio: 14.00, 14.30, 15.00, 15.30, 16.00, 16.30, 17.00) con accesso consentito a piccoli gruppi di 10 persone per volta (motivi conservativi).
Il servizio di visita guidata è a pagamento con un costo pari ad € 5 a persona. 
Gli ingressi senza prenotazione sono possibili solo in caso di posti non prenotati, la cui disponibilità è da verificare in loco al momento dell’ingresso e non sono comunque garantiti; verrà sempre data precedenza agli ingressi prenotati.
 
 
Per info e prenotazioni:
Archeologistics
+39 328 83 77 206
Archivio News

    Credits    Mappa del sito    Cookie Policy

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Torino
(n.14 del 02/04/2009)

Sacrimonti.net UNESCO PROGETTO INTERREG ITALIA SVIZZERA Beni Culturali REGIONE LOMBARDIA Regione Piemonte