English Italiano Francais Deutsch Espanol  
Accesso alla Banca dati
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
 
 
News
18 novembre 2013
Messa in sicurezza del Sacro Monte di Varallo
Ultimi abbattimenti e messa in sicurezza del Sacro Monte

Stanno volgendo al termine in questi giorni i lavori che dal mese di luglio hanno interessato la pulizia della rupe e l’abbattimento  di quasi un centinaio di alberi all’interno del prestigioso santuario valsesiano.
Il complesso ed articolato intervento, complicato dai gravi eventi meteorologici estivi - in particolare quello del 29 luglio - che avevano sradicato decine di alberi anche di notevole mole, fortunatamente senza danni alle persone e alle cappelle, è stato reso possibile in parte dal  finanziamento legato alla Linea di intervento 1 del progetto GAL  - (Gruppo di Azione Locale) Terre del Sesia - Bando: “Sostegno agli investimenti non produttivi” – Mis. PSR 227, Linea di intervento 1 del PSL “Incremento della competitività territoriale delle Terre del Sesia -, in parte da risorse dell’Ente di Gestione dei Sacri Monti che, grazie all’attento lavoro del responsabile forestale dell’Ente, ha potuto ottenere, con un’attenta valutazione del legname di risulta, due importanti risultati: lo sgombero del legname e la riduzione delle spese straordinarie di intervento.
Nei giorni trascorsi la ditta Valper di Rimasco, vincitrice della gara di assegnazione, ha infatti ultimato la rimozione delle numerose cataste di legna, risultato del taglio e stoccaggio del legname sezionato e proveniente dalle circa 80 piante abbattute o sezionate dopo i crolli causati dalla tromba d’aria di luglio.
L’ultimo grande intervento, in corso in questi giorni, riguarda l’abbattimento di tre alberi di notevole dimensione (due abeti di 30 m e un ippocastano di 20 m) e una potatura di ridimensionamento di un acero di monte, ubicati nell’area di posteggio prospiciente l’albergo Vecchio Sacro Monte, area limitrofa all’ingresso principale del santuario e di frequentazione dei clienti della struttura alberghiera. Qualche anno fa una branca di discreta dimensione si era staccata improvvisamente dall’ippocastano causando la demolizione di un automezzo lì posteggiato, fortunatamente senza danni alle persone. Da allora il timore che quegli alberi potessero causare danni a cose e persone si è fatto sempre più pressante.

Finalmente - dichiara il Presidente Giacomo Gagliardini - l’Ente di Gestione dei Sacri Monti è riuscito grazie a scelte operative decisive  e al buon impegno del proprio personale tecnico, a porre definitivo rimendio ad una situazione precaria che rischiava ad ogni temporale, folata di vento o nevicata di diventare disastrosa e quest’anno – afferma - posso dire di ritenermi pienamente soddisfatto dai risultati raggiunti sotto gli aspetti della bella immagine della rupe, che si può ammirare illuminata e pulita dalla vegetazione infestante, e degli interventi che hanno permesso di mettere in sicurezza il Sacro Monte, una priorità assoluta nei confronti dei numerosi pellegrini e visitatori che ogni giorno pregano o ammirano questo straordinario luogo patrimonio dell’Umanità"

 Ente di Gestione dei Sacri Monti

Archivio News

    Credits    Mappa del sito    Cookie Policy

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Torino
(n.14 del 02/04/2009)

Sacrimonti.net UNESCO PROGETTO INTERREG ITALIA SVIZZERA Beni Culturali REGIONE LOMBARDIA Regione Piemonte