English Italiano Francais Deutsch Espanol  
Accesso alla Banca dati
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
 
 
News
15 giugno 2013
Concerto a Crea: Passio Secundum Johannem
Sabato 15 giugno - ore 20.45
Santuario della Madonna di Crea-Serralunga di Crea (AL)
Sabato 15 giugno, alle ore 20.45, presso il Santuario della Madonna di Crea-Serralunga di Crea (AL), l'associazione culturale Gli Invaghiti organizza il concerto Passio Secundum Johannem
Solisti,cori ed orchestra barocca per un totale di 124 musicisti di fama internazionale e diretti da Franz Comploi eseguiranno la celeberrima Johannes Passion di J.S.Bach. Il concerto rientra nell'ambito di Kalendamaya - festival internazionale
di Cultura e Musica Antica.
E' prevista la visita guidata in Santuario a partire dalle ore 20.15.
Biglietto d'ingresso  € 10.

I celeberrimi versi dedicati al ritorno della primavera, composti dal trovatore Raimbaut de Vaqueiras per dama Beatrice, figlia di Bonifacio I, Marchese di Monferrato dal 1192 al 1207, danno il titolo a questo festival dalla particolarità unica ed inconfondibile e vogliono rendere omaggio al periodo storico più florido di queste terre.
Altresì viene proposto il progetto ancor più ambizioso di ricostruire quest’unità culturale, attraverso il riavvicinamento tra le varie comunità per mezzo del messaggio relazionale più intenso: l’arte.
La manifestazione, quest’anno alla sua quinta edizione, nasce con l’intento di valorizzare alcuni tra i più begli esempi di architettura romanica, gotica e rinascimentale presenti sul territorio attraverso le suggestioni della musica antica, sottolineandone le componenti paesaggistiche, artistiche e storiche.
A tal fine ogni programma è pensato in ragione del sito specifico destinato ad ospitarla secondo criteri di corrispondenza con la storia particolare e con lo stile architettonico di ciascuno.
La scelta di raccogliere in gruppi tematici i concerti ha la funzione di sviluppare un sistema incentrato su le grandi tappe della polifonia europea, dai trattati del XII secolo come l’importantissimo codice di San Marziale di Limoges, le grandi composizioni di Dufay, per passare anche attraverso l’elaborazione dei compositori franco-fiamminghi fino ad arrivare alla scuola italiana del ‘600 e l’influenza che essa esercitò ancora in ambito europeo.
Ogni concerto è progettato in modo da incuriosire lo spettatore e ad attrarlo verso questo particolare e cosi affascinante genere musicale, grazie anche alla riproduzione di atmosfere il più possibile “antiche” attraverso l’utilizzo di strumenti originali (o di copie degli stessi) e l’impiego di un’illuminazione non elettrica; prima di ogni concerto, inoltre, è offerta allo spettatore la possibilità di conoscere la storia e le peculiarità del sito attraverso visite guidate mirate e condotte da storici dell’arte specializzati nel settore, segnalando anche il crearsi di un vero e proprio movimento turistico interregionale in continua espansione.
Il Festival, che nasce  come ciclo regionale in Piemonte, si sviluppa ormai su scala internazionale grazie al sostegno della Commissione Europea, dei numerosi enti pubblici, delle fondazioni e delle radiotelevisioni.
Ciò ha permesso anche di promuovere ulteriormente la conoscenza di un periodo di notevole importanza per la cultura attraverso la relazione cosi particolare tra la musica e l’espressione artistica in ogni sua manifestazione e di contribuire alla formazione e consapevolezza di cittadinanza europea e dei numerosi elementi aggreganti di tale riconoscimento.

Informazioni:
Associazione Culturale Gli Invaghiti
Tel. 349 2413979
segreteria@invaghiti.info
www.invaghiti.info
Archivio News

    Credits    Mappa del sito    Cookie Policy

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Torino
(n.14 del 02/04/2009)

Sacrimonti.net UNESCO PROGETTO INTERREG ITALIA SVIZZERA Beni Culturali REGIONE LOMBARDIA Regione Piemonte