English Italiano Francais Deutsch Espanol  
Accesso alla Banca dati
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
 
 
News
18 luglio 2012
Restauri alla Cappella del Battesimo di Gesù a Varallo

Lunedì 16 luglio è stato aperto il cantiere di restauro della cappella XII del Sacro Monte di Varallo, “Il Battesimo di Gesù",  in seguito alla collaborazione tra il nuovo Ente di gestione dei Sacri Monti, guidato da Giacomo Gagliardini,  e la Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI). La collaborazione “internazionale” è stata infatti resa possibile dalla munificenza della Fondazione Isabel und Balz Baechi Stiftung (IBBS) di Zollikon che, nella persona del Sig. Balz Baechi ha deciso di sostenere i costi del restauro della cappella.

La cappella del Battesimo di Gesù è realizzata nel terzo quarto del Cinquecento e risente del progetto elaborato dall’architetto perugino Galeazzo Alessi. È da credere, particolare curioso, che dopo l'ultimazione dei lavori all'interno della cappella sia stata fatta scorrere dell’acqua con l’intento di ricreare verosimilmente il fiume Giordano, dove i Vangeli collocano la scena del Battesimo. Le quattro statue sono di autore di area lombarda, finora ignoto mentre gli affreschi sono attribuiti a Orazio Gallinone di Treviglio, morto pochi mesi dopo l’incarico, poi terminati da Gabriele di Cristoforo Bossi che dipinse anche le statue e modellò la figura del Padre Eterno.

I lavori si protrarranno per circa un anno. L’équipe di otto studentesse/restauratrici è giunta a Varallo lunedì 16 luglio e dopo aver visitato il Sacro Monte si sono subito messe all’opera, sotto la guida della Dr.ssa Stefania Luppichini, docente di restauro alla scuola SUPSI  e, secondo gli accordi intercorsi tra la Riserva e Soprintendenza, indicata come responsabile del cantiere di restauro. La direzione operativa del cantiere di restauro è invece seguita dalla Dr.ssa Emanuela Ozino Caligaris, dell’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro (Istituto del Ministero per i Beni e le Attività Culturali).

In questi primi giorni di avvio del cantiere gli interventi riguardano le fasi preliminari finalizzate al vero e proprio restauro e consistono nelle operazioni di indagine sui manufatti, sugli strati pittorici che nel corso si sono sovrapposti sulla statuaria, sulle tecniche di dipintura delle pareti, su eventuali interventi di restauro precedente che in qualche modo hanno modificato i manufatti e le decorazioni originarie. A questo lavoro seguiranno gli interventi di restauro vero e proprio di tutte le parti decorate: statue e affreschi con l’intento di ripristinare l’originaria condizione figurativa.

Il Presidente Gagliardini si è detto molto soddisfatto per essere riusciti a portare a compimento una collaborazione importante già avviata durante il commissariamento della Riserva nella scorsa estate che ora trova finalmente uno sbocco operativo e fa ben sperare anche per i cantieri futuri. “Dal nostro insediamento – commenta il Presidente – abbiamo sbloccato una serie di situazioni nei diversi Sacri Monti. Sicuramente le difficoltà non mancano, però il nuovo Ente sta finalmente cominciando ad operare con efficacia, ed è auspicio mio e di tutto il Consiglio che si possa continuare al meglio su questa strada.”

Informazioni:
Ente di Gestione dei Sacri Monti
Centro di Documentazione dei Sacri Monti, Calvari e Complessi devozionali europei
Sede Legale e Amministrativa - Sacro Monte di Crea, Cascina Valperone, 1
I-15020 Ponzano Monferrato (AL)
Tel.: +39 0141 927120
parco.smcrea@reteunitaria.piemonte.it e c.doc@sacrimonti.net
Archivio News

    Credits    Mappa del sito    Cookie Policy

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Torino
(n.14 del 02/04/2009)

Sacrimonti.net UNESCO PROGETTO INTERREG ITALIA SVIZZERA Beni Culturali REGIONE LOMBARDIA Regione Piemonte