English Italiano Francais Deutsch Espanol  
Accesso alla Banca dati
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
 
 
News
20 maggio 2010
Nigra sum. Culti, santuari e immagini delle Madonne Nere d'Europa
Santuario e Sacro Monte di Oropa - santuario e Sacro Monte di Crea. 20-22 maggio
Il Centro di Documentazione dei Sacri Monti, Calvari e Complessi devozionali europei e la Riserva Naturale Speciale del Sacro Monte di Oropa organizzano, in collaborazione con l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, il Santuario di Oropa e il Santuario di Crea, un Convegno internazionale sulla diffusione delle Madonne Nere in ambito europeo. Il Convegno, che si svolgerà a Oropa (BI) e a Crea (AL) dal 20 al 22 maggio 2010, prevede la partecipazione di relatori provenienti da tutta Europa che apriranno un confronto su un tema comune a molte realtà devozionali europee, da decenni terreno di ricerca e di discussione.
Le Madonne di alcuni celebri Santuari mariani d’Europa sono nere o brune: Oropa, Crea, Varese e Loreto in Italia, Montserrat in Spagna, Czestochowa in Polonia, Einsiedeln in Svizzera, Rocamadour in Francia, sono i vertici di un diffuso e poco noto fenomeno di immagini mariane caratterizzate dal colore bruno della Vergine. L’inconsueto colore di queste immagini, icone e simulacri lignei, è da secoli un enigma, un terreno di ricerca e di confronto che vede talvolta schierati su fronti opposti studiosi, devoti e autorità religiose. Una Madonna Nera è iconograficamente e devozionalmente una vistosa eccezione nel panorama religioso medievale e moderno. Il nero nell’immaginario medievale è infatti sempre congiunto alla sfera delle tenebre, del diabolico, del male.
Tra le spiegazioni che vengono addotte dagli studiosi vi è l'ipotesi che si tratti di immagini “affumicate”, scurite dai fumi dei ceri che ardono davanti a loro da secoli o miracolosamente scampate a furiosi incendi, oppure che si tratti di culti antichi dedicati alle dee madri, “assorbite” dalle Vergini Nere del cristianesimo. Tra queste numerose teorie l’unica giustificazione è il ricorso alla celebre definizione della sposa nel Cantico dei Cantici: “Nigra sum, sed formosa”, “Sono nera, ma bella”.

Programma
Giovedì 20 maggio, Oropa - Sala Convegni del Santuario di Oropa
Prima sessione: Icone e simulacri della Vergine Nera
Il tema iconografico delle Madonne Nere
Presiede Mons. Gabriele Mana, Vescovo di Biella
Ore 9.30
Apertura del Convegno e saluti delle Autorità
Ore 10.30
Introduzione ai lavori
Amilcare Barbero, Paolo Sorrenti, Comitato Scientifico del Centro di Documentazione dei Sacri Monti, Calvari e Complessi devozionali europei
Presentazione del censimento delle Madonne Nere d’Europa
Claudio Bernardi, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
Ore 11.15 - Coffee break
Ore 11.30
Madonne lignee dal volto bruno nei santuari della Puglia e della Basilicata>br> Maria Stella Calò Mariani, Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”
Ore 12.10
Il colore del Sacro: uno sguardo sull’Asia
Stefano Piano, Università degli Studi di Torino

Seconda Sessione: Storia e antropologia delle Madonne Nere
Introduzione generale e critica sulle origini, sviluppo, storia e radici delle Madonne Nere, un fenomeno religioso di lunga data e diffusione mondiale
Presiede Anna Benvenuti, Università degli Studi di Firenze
Ore 15.00
Il “trionfo” di Maria sulla scena della pietà cattolica moderna
Danilo Zardin, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
Ore 15.40
Percezione, riproduzione e imitazione di immagini mariane
Guido Gentile, Comitato Scientifico del Centro di Documentazione dei Sacri Monti, Calvari e Complessi devozionali europei
Ore 16.30 - Coffee break
Ore 16.45
Madonne brune tra iconografia e culto: certezze e dubbi del medievalista
Xavier Barral i Altet, Université de Rennes II e Institute for Advanced Study-Collegium Budapest
Ore 17.30 - Comunicazioni e interventi
Ore 18.30 - Percorso tra i “tesori” di Oropa, visita della Mostra sulla Madonna Nera di Czestochowa e inaugurazione della Mostra fotografica “Donne e Madonne nei Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia”.
A seguire, recital “Donne e Madonne” a cura del Gruppo del Cerchio di Torino.

Venerdì 21 maggio, Oropa - Sala Convegni del Santuario di Oropa
Terza Sessione: I grandi Santuari delle Madonne Nere d’Europa
L’importanza storica, religiosa, artistica e culturale di alcuni dei principali Santuari mariani d’Europa scelti per area geoantropologica
Presiede Lucetta Scaraffia, Università "La Sapienza" di Roma
Ore 9.00
Vergini nere del Sud della Francia: forme e diffusioni di un culto
Sophie Cassagnes-Brouquet, Université de Toulouse
Ore 9.40
La Vergine di Montserrat: immagine, liturgia e devozione nel Medioevo Concepciò Peig, Universitat Internacional de Catalunya
Ore 10.20
Sacra Majestas Nostre Domine Virginis Marie de Laureto
Padre Floriano Grimaldi, già archivista presso il Santuario della Santa Casa di Loreto
Ore 11.00 - Coffee break
Ore 11.15
Le Madonne nere di Einsiedeln e Altötting: devozione, copie, pellegrinaggio
Irmgard Siede, Reiss-Engelhorn-Museum, Mannheim
Ore 12.00
Il culto delle Madonne Nere in Europa e America: origini e trasformazioni attraverso l’Atlantico
Malgorzata Oleszkiewicz-Peralba, University of Texas at San Antonio

Quarta sessione: Vergine, Madre, Regina. La rivoluzione culturale delle donne
Relazione sul rapporto tra devozione mariana, immaginario femminile, dignità ed emancipazione della donna, trasformazioni socio-politiche
Presiede Janusz Jadczyk, Direttore del Museo di Czestochowa
Ore 15.00
Le Madonne eusebiane: Oropa e Crea
Don Delmo Lebole, Esperto di Storia della Chiesa Biellese
Ore 15.40
Tavola Rotonda “Vergine Madre Regina, la rivoluzione culturale delle donne”
Anna Benvenuti, Università degli Studi di Firenze; Lucetta Scaraffia, Università “La Sapienza” di Roma; Adriana Valerio, Università “Federico II” di Napoli; Lucilla Giagnoni, attrice e interprete teatrale
Ore 17.00 - Coffee break
Ore 17.15 - Lucilla Giagnoni recita Vergine Madre dal poema di Dante Alighieri, La Divina Commedia, Canto XXXIII de Il Paradiso
Ore 17.30 - Discussione e interventi
Ore 19.00 - Presentazione della guida “Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia”, edita da SAGEP
Ore 21.15 - Spettacolo teatrale "Maria Nera, mitografia cantata intorno alla Madonna Nera di Viggiano", testo e regia di Caterina Pontrandolfo. Produzione Nuova Atlantide Teatro, segnalazione Festival I Teatri del Sacro 2009.

Sabato 22 maggio, Crea - Basilica del Santuario di Crea
Sessione unica: Santuari d’Europa
Madonne Nere: l'esperienza religiosa nei Santuari
Presiede Mons. Alceste Catella, Vescovo di Casale Monferrato
Ore 9.30
Saluti di benvenuto delle Autorità
Ore 10.15
Maria di Nazaret, persona in relazione. La più vicina agli uomini perché la più vicina a Dio
Don Umberto Casale, Facoltà Teologica di Torino
Ore 10.45
Chi salirà il tuo monte santo? Senso e forme del pellegrinaggio
Mons. Giacomo Canobbio, Facoltà Teologica di Milano
Ore 11.15
Tavola Rotonda "Una corona di stelle: l'Europa dei santuari mariani"
Padre Jan Pach, Direttore della Biblioteca Mariana del Santuario di Jasna Gora (Czestochowa); Padre Othmar Lustenberger, Santuario di Einsiedeln; Padre Josep Ma. Sanromà, Rettore del Santuario di Montserrat; Padre Padre Ronan de Gouvello, Santuario di Rocamadour; Padre Marcello Montanari, Segretario della Congregazione Universale della Santa Casa di Loreto; Don Angelo Corno, Rettore del Santuario di Varese; Don Michele Berchi, Rettore del Santuario di Oropa, Mons. Francesco Mancinelli, Rettore del Santuario di Crea
Ore 13.00 - Brunch di benvenuto
Ore 14.45
Ripresa dei lavori e Conclusioni del Convegno
Oliviero Girardi, Riserva Naturale Speciale del Sacro Monte di Oropa; Claudio Bernardi, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano; Amilcare Barbero, Centro di Documentazione dei Sacri Monti, Calvari e Complessi devozionali europei
Ore 15.30 - Concerto “Nigra Sum” a cura dell’Associazione culturale “Gli Invaghiti” di Chivasso, esegue l’ensemble De Labyrintho diretto da Walter Testolin

Informazioni: www.santuariodioropa.it

Archivio News

    Credits    Mappa del sito    Cookie Policy

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Torino
(n.14 del 02/04/2009)

Sacrimonti.net UNESCO PROGETTO INTERREG ITALIA SVIZZERA Beni Culturali REGIONE LOMBARDIA Regione Piemonte