English Italiano Francais Deutsch Espanol  
Accesso alla Banca dati
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
 
 
News
01 settembre 2005
I RESTAURI DELLA MADONNA DEL SASSO
Orselina, Svizzera.
Bellinzona, 30 agosto 2005

Bollettino stampa informativo della seduta di Consiglio di Stato

CANCELLERIA DELLO STATO

DIPARTIMENTO DEL TERRITORIO

Credito di 1,5 milioni di franchi per i restauri del santuario della Madonna del Sasso di Orselina

Il Consiglio di Stato chiede al Parlamento di stanziare un credito di 1,5 milioni di franchi da destinare alla prima tappa del restauro del santuario della Madonna del Sasso di Orselina.
L'edificio, meta molto frequentata anche dai pellegrinaggi, è considerato uno dei complessi monumentali più interessanti e di maggior valore presenti sul territorio cantonale.
Con questa richiesta di credito, viene inoltre confermato l'impegno che lo Stato dedica ai beni tutelati di sua proprietà. Oltre agli interventi di manutenzione corrente della Sezione della logistica, vanno menzionati a questo proposito - tra gli altri - i recenti lavori al castello di Sasso Corbaro di Bellinzona e alla Biblioteca cantonale di Lugano, e il credito stanziato alla fine dello scorso anno a favore dell'imminente restauro della chiesa degli Angeli a Lugano. La prima tappa del risanamento al santuario di Orselina riguarda principalmente il sedime sul quale sorge il complesso, alcuni immobili del Sacro Monte (chiesa dell'Annunciata e cappella della Visitazione), la preziosa ancona lignea della Pietà (opera di fine Quattrocento degli intagliatori lombardi Giovanni Pietro e Giovanni Ambrogio De Donati), e l'organo novecentesco della chiesa principale. I lavori, che vedranno impegnati sul cantiere diversi operatori del ramo (ingegneri, architetti, restauratori, pittori decoratori e vari artigiani), saranno eseguiti in collaborazione con la Sezione logistica del Dipartimento finanze ed economia e sotto la sorveglianza dell'Ufficio e della Commissione cantonale dei beni culturali del Dipartimento del territorio.
L'inizio del restauro è previsto nella primavera del 2006 e sarà portato a termine entro il quadriennio corrente (autunno 2007).
Questi primi interventi serviranno a introdurre la seconda tappa dei rifacimenti. Programmata per ragioni di ordine finanziario solo nel prossimo quadriennio, la successiva tornata di lavori coinvolgerà l'interno della chiesa dell'Assunta e costituirà il restauro principale.

Archivio News

    Credits    Mappa del sito    Cookie Policy

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Torino
(n.14 del 02/04/2009)

Sacrimonti.net UNESCO PROGETTO INTERREG ITALIA SVIZZERA Beni Culturali REGIONE LOMBARDIA Regione Piemonte