English Italiano Francais Deutsch Espanol  
Accesso alla Banca dati
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
 
 
Pubblicazioni
-
ATLAS
INDICE


Alcune considerazioni sul paesaggio sacralizzato
La Terra ed i suoi frutti, fornendo la sussistenza alla popolazione umana, è stata per centinaia di secoli una vera e propria benedizione, mentre le sue forze impenetrabili hanno imposto il suo rispetto e la tendenza a vivere in simbiosi con la natura.
Nella natura si vedeva la dimora dello spirito, mentre la simbologia degli elementi della natura è servita fino ad ora per esprimere, tra l'altro, le verità Divine.
"Un virgulto sorgerà dal tronco di Jesse e un pollone verrà su dalle sue radici". (Is 11,1)
I tempi di oggi hanno secolarizzato, o cercano di secolarizzare ed unificare, il paesaggio, affascinando la gente con beni materiali, promuovendo proposte turistiche ricche e diversificate che richiamano in Europa milioni di visitatori da tutti i continenti. Da questo sorge la domanda sul ruolo e sul significato dei paesaggi spirituali che hanno i Calvari e i Santuari. Nel processo di globalizzazione in atto, quei paesaggi sacralizzati, che sono genii loci della cultura cristiana europea, in quanto luoghi eccezionali per i turisti e i pellegrini, non acquisirebbero un signifi- cato maggiore, fornendo loro così un momento di riflessione e di arricchimento spirituale ?
I paesaggi sono estremamente diversificati e individualizzati, uniti fra loro da valori immateriali. I Sacri Monti inseriti in paesaggi montuosi e lacustri del Piemonte e della Lombardia hanno un carattere eccezionale ed unico non solo in Europa ma anche su scala mondiale. Costituiscono il motivo dominante nel paesaggio d'insediamento, insieme con numerose chiese parrocchiali, conventi, cappelle ed edicole ai bordi delle strade costruiti dall'inizio della civilizzazione fino ai giorni nostri.
Un attributo caratteristico, degno di nota, è che nonostante costituiscano luoghi di contemplazione ed isolamento per esperienze spirituali, i Sacri Monti sono un elemento integrale alle strutture di insediamento, lo sviluppo delle quali dipendeva molto spesso dall'intensità del movimento dei pellegrini. I Sacri Monti e i Santuari, essendo luoghi pieni di vita grazie al pellegrinaggio e al turismo, costituiscono un eccezionale paesaggio spirituale che integra valori naturalistici e culturali. E' quindi possibile disegnare le nuove mappe dell'Europa, per la gente che tramite i viaggi vuole conoscere i magnifici capolavori dell'arte e dell'architettura e trovare nel contempo la rigenerazione dei valori spirituali.
Di queste mappe del patrimonio spirituale fa parte anche la Polonia con il suo Kalwaria Zebrzydowska (inserito nell'elenco del Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO) e altri numerosi Santuari. Il paesaggio sacralizzato si espande non solo da sud a nord dell'Europa, ma attraversa il continente, da ovest ad est, vale a dire in quella parte d'Europa in cui la consapevolezza dei valori spirituali e materiali è oggi sempre più forte.

Andrzej Michalowski
Centro per la Conservazione del Paesaggio Storico
Ente Nazionale di Cultura, Varsavia


divisore
 
    Credits    Mappa del sito

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Torino
(n.14 del 02/04/2009)

Sacrimonti.net UNESCO PROGETTO INTERREG ITALIA SVIZZERA Beni Culturali REGIONE LOMBARDIA Regione Piemonte