English Italiano Francais Deutsch Espanol  
Accesso alla Banca dati
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
-
 
 
Il Percorso Devozionale II
 

sacri montiGli spazi fra una cappella e l’altra sono raramente casuali, bensì strategici per evocare gli intervalli cronologici dell’azione e del racconto narrati dal Sacro Monte e per consentire al pellegrino, pur col passo ed il respiro affaticato dalla salita, la recita delle preghiere previste da una particolare devozione religiosa, ad esempio il Santo Rosario. Nel Sacro Monte di Varese, il ritmo della narrazione è anche materialmente evidenziato sul percorso dalla presenza di elementi simbolici di rilievo, quali archi con statue e fontane, che segnano il passaggio fra un tema sacro e il successivo.

L’accesso all’ambito spaziale che ospita le cappelle, soprattutto nei Sacri Monti recintati, è sovente marcato da portali in pietra che conferiscono al luogo l’atmosfera di un eremo protetto, contrapponendo lo spazio profano a quello sacro, benché quest’ultimo raggiunga talvolta le forme complicate e suggestive di un vero e proprio giardino, come ad esempio ad Orta.

In alcuni tratti il cammino sul monte offre al pellegrino la possibilità di ammirare il paesaggio circostante, di riposarsi e di ristorarsi con sedute in pietra, porticati e fontane; in altri invece, dei particolari accorgimenti appaiono invitare a non lasciarsi distrarre dalla pratica religiosa intrapresa. In questi casi, la definizione del percorso, il disegno della vegetazione che lo accompagna e persino una mano dipinta sui muri delle cappelle ad indicare il giusto verso del racconto, sono utilizzati come mezzi efficaci per indirizzare lo sguardo e la mente verso il punto culminante della via sacra.

In tutti i Sacri Monti il punto finale è marcato da un edificio, particolare per complessità architettonica o per contenuto artistico, che rappresenta una sorta di apoteosi del vertice, ovvero un luogo nel quale l’esperienza spirituale, emozionale ed estetica raggiunge il massimo della complessità. Le cappelle del Paradiso, le scene dell’Ascensione e dell’Assunzione, il trionfo della comunità dei Santi, una chiesa o un edificio più ricercato nelle forme: tutti elementi che rendono più suggestiva e completa la consapevolezza di essere arrivati al termine del cammino di ascesi.




divisore
divisore
divisore
divisore
divisore
divisore
divisore
divisore
divisore
divisore
divisore
divisore
divisore
divisore
divisore
divisore
divisore
divisore

Testi tratti da:
F. Fontana, R. Lodari, P. Sorrenti, Luoghi e vie di pellegrinaggio. I Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia , 2004, pubblicati dal Centro di Documentazione dei Sacri Monti, Calvari e Complessi devozionali europei.

    Credits    Mappa del sito    Cookie Policy

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Torino
(n.14 del 02/04/2009)

Sacrimonti.net UNESCO PROGETTO INTERREG ITALIA SVIZZERA Beni Culturali REGIONE LOMBARDIA Regione Piemonte